L’Italia, il paese del “me ne frego”

di Peter Freeman

Tra le grandi nazioni d’Europa l’Italia ha il record in materia di morti per incidenti stradali: automobilisti, motociclisti, ciclisti, pedoni, è una strage. I dati esistono, li potete rintracciare facilmente. Le aree urbane sono quelle più funestate: in città si muore in assoluto di più.
L’Italia è anche il Paese in cui gli autovelox vengono presi di mira e distrutti e gli autori delle imprese sono salutati come specie di Robin Hood, vendicatori della vessata specie degli automobilisti. Ed è anche la nazione dove il limite dei 30 km orari recentemente introdotto dal sindaco di Bologna (un limite già presente, con eccellenti risultati, in molte città europee) ha meritato una presa di posizione del nostro ministro dei trasporti, il quale ha annunciato che farà in modo che quel limite sia cancellato. Anche lui, il ministro, salutato come uno strenuo difensore delle libertà.
In generale direi che siamo il paese del “me ne frego”, in tutto e del tutto in sintonia con i tempi che corrono.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *