Villa La Petraia, a Firenze

di Andrea Vitali

Della Villa Medicea La Petraia, c’è molto da dire e non mancano la letteratura e i link su internet che ripercorrano la straordinaria vita di questa villa con tutte le sue trasformazioni dai lontani anni di inizio Quattrocento, in cui il modesto palagio dei Brunelleschi passò agli Strozzi e poi ai Salutati e poi ai Medici, agli Asburgo Lorena, ai Savoia e infine allo Stato. Ogni proprietà ha aggiunto qualcosa, nell’edificio e nel giardino, creando infine un insieme paesaggistico di rilievo col giardino all’italiana di fronte e quello all’inglese sul retro che sale sulla collina fino alla vasca superiore. E’ uno dei miei luoghi preferiti, anche perchè generalmente poco frequentata e nelle giornate primaverili ci si può abbandonare al sogno sui prati del giardino all’inglese o sulle panchine in pietra davanti alla fontana, circondati da orchidee selvatiche. Tranquilli, il decollo di un aereo dal sottostante aeroporto ci ricondurrà alla realtà. ps nella sequenza fotografica non potevo trascurare la lunetta di Giusto Utens del 1599 e la stampa di Giuseppe Zocchi del 1744.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *