Ulisse di Joyce

di Matteo Farneti

Cent’anni fa, a Parigi, usciva un libro diverso da tutti gli altri. Si chiamava Ulisse, di un certo James Joyce. Mi piacerebbe parlarne ma non posso, perché non sono mai riuscito ad andare oltre le prime venti, trenta pagine; solo resto ammirato dall’impresa di chi ebbe la forza, in piena povertà, di far pubblicare un’opera come questa, che sfida i canoni di ogni letteratura conosciuta. Magari un giorno mi chiuderò in casa e lo accosterò alla Recherche: ma sarà sempre troppo tardi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: