Sine ira ac studio

di Giuseppe Barone 

Insultando e dileggiando la Meloni e il governo appena insediato la Sinistra non prepara il suo riscatto. La supponente ironia sulla sovranità alimentare dimentica che un tempo era di sinistra opporsi alle multinazionali come la Monsanto e che era altrettanto di sinistra la pratica di slow food e dei mercati contadini. Così “si regalano” al Centro-Destra temi e posizioni che un tempo erano di sinistra : si pensi alla tradizionale difesa dei diritti personali, ora sostituita dal giustizialismo “manettaro” e pentastellato contro un ministro della Giustizia garantista come il magistrato Nordio. E non comprendo neppure il ripudio della parola “merito” perché accusata di significato classista: dunque sarebbe forse il ” demerito” il concetto egualitario da proporre ?
Forse per la Sinistra sarebbe il caso di riflettere criticamente sulla sconfitta, invece di demonizzare con saccente superbia gli avversari. Al nuovo governo diamo il tempo necessario per vederlo all’ opera e ci sarà modo per valutarne l’ azione. Come dicevano i classici “sine ira ac studio”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *