Padri e figli

di Michele Sarfatti

Sono uno storico. Studio il passato. Non conosco il futuro. Ma posso provare a ragionare su quando un futuro diviene passato. E’ un ragionamento, non una previsione. Posso sbagliare, certo. Ma se non eccedo, ho qualche probabilità di azzecco.
Emanuele Fiano, parlamentare uscente del PD, è stato ricandidato dal suo partito al Senato, all’uninominale, in un collegio comprendente un parte di Milano e molti comuni intorno a Sesto San Giovanni, Rho ecc. (vedi qui sotto). Suo padre è Nedo Fiano, sopravvissuto ad Auschwitz.
Tre o quattro giorni dopo l’annuncio di questa candidatura, il centrodestra ha annunciato la candidatura in quel collegio di Isabella Rauti, in quota Fratelli d’Italia. Suo padre è Pino Rauti, molto noto a chi è da tempo negli anta (i più giovani possono aggiornarsi nella vasta area squadrista di internet).
I leader del cd potevano scegliere chi porre in alternativa a Fiano, e hanno scelto. Hanno giudicato che Rauti fosse la sfidante più adatta. Potevano mettere chiunque altro/a (a iniziare da Berlusconi, che abita a un tiro di schioppo), hanno pensato che la Rauti fosse la più indicata da contrapporre al Fiano. E lei ha accettato.
Fiano porta avanti il suo programma (di coalizione, di partito, suo personale, con adattamenti ed estensioni connessi al collegio). Rauti idem. In questi giorni lui sta esponendo i propri valori democratici e lei i propri valori reazionari. Vedremo quali vinceranno.
Ma, come dicevo, io cerco di guardare la cosa con gli occhi di storico. E gli occhi di storico mi dicono che il 26 settembre, tutti coloro che commenteranno il risultato di quel collegio, diranno quale “padre” è stato preferito da quegli italiani. Non è giusto, rispetto ai figli. Ma tutti diranno se il centrodestra ha vinto o perso la sfida dei padri, da lui programmata.
Caro lettore-elettore abitante in quell’area, sappilo. E comportati come ti comanda la coscienza. Sarà un bene per il nostro futuro, e per chi in futuro leggerà questa pagina di storia dell’alto milanese.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: