L’Italia vuota

di Filippo Tantillo

Sette viaggi in sette aree remote nel paese più ricco di diversità di tutto il continente. Dalle valli piemontesi al cuore arcaico della Sardegna, passando per i colori caldi dell’Appennino centrale, nei paesi sabbiosi delle coste del mar Ionio, sotto il vulcano più grande del continente, tra i migranti del Friuli. Cime alpine, altipiani desertici, coste selvagge, grandi fiumi, vulcani, foreste.
Sette viaggi che raccontano la geografia dell’Italia che si svuota. Terre alle prese con le trasformazioni climatiche, coi mutamenti dell’economia mondiale, percorse incessantemente da flussi di umani. E viaggi nelle storie delle donne e degli uomini che li abitano.
Uno sguardo dai margini su un paese molto più grande e vario di come si autorappresenta. E che sta cambiando molto.
E anche il ritratto di una nuova generazione impegnata in una energica e irriducibile ricerca della felicità, che oppone lo stare insieme agli altri al benessere individualizzato, i colori del mondo al grigiore della prepotenza, l’indipendenza all’abbrutimento del lavoro senza diritti, e che trova nell’Italia vuota uno spazio del possibile.
Una generazione che vive una condizione di movimento permanente, senza ancora sapere se e quando si fermerà o atterrerà.


In libreria dal 16 giugno, già preaquistabile online qui
https://www.mondadoristore.it/Italia-vuota-Viaggio-aree-Filippo-Tantillo/eai978885815150/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *