L’invenzione dell’occidente

di Alessandro Vanoli

Bene ci siamo: esce domani, e credo di doverlo accompagnare almeno da due parole. Si’ perché l’invenzione dell’Occidente è un libro un po’ diverso dal solito (da solito dei miei ultimi libri almeno). Il punto di partenza è ovviamente l’Occidente di oggi: quella cosa a cui così tanti si appellano e così tanti odiano (ma che pochi saprebbero definire per davvero). E siccome ci sono tantissimi politici, giornalisti, economisti (e purtroppo pure storici) che lo danno per scontato l’Occidente, che lo pensano come la nostra radice più profonda, mi sono chiesto se era storicamente vero. La risposta è ovviamente no, ma andava dimostrato. Questa insomma è’ la lunga storia di come di una direzione geografica abbiamo fatto uno spazio pensabile e conquistabile. E di protagonisti come vedrete ce ne sono tanti: viaggiatori e cartografi cinquecenteschi, pirati e avventurieri musulmani, colonialisti inglesi… e alla fine ovviamente noi, così in bilico tra un passato in parte inventato e una storia che non sappiamo ancora costruire.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *