L’Agnese va a morire

di Maria Cardone

L’ AGNESE VA A MORIRE
di
Renata Viganò

Ambientato interamente tra le province di Ferrara e Ravenna e più precisamente nelle Valli di Comacchio questo libro meraviglioso parla di Lotta Partigiana e della sua clandestinità, di uomini coraggiosi e indomiti, di donne- staffetta, di nazifascisti e delle loro prepotenze e soprusi ma soprattutto parla dell’ Agnese: una donna sulla cinquantina che con dedizione e forza d’animo si arruola nella Resistenza dopo la morte del marito ucciso per mano tedesca.

La scrittura di questa bravissima autrice è delicata, mai cruda, mai banale, mai scontata e seppur in un contesto molto drammatico risulta addirittura poetica.

Sì, perché, prima di essere una scrittrice Renata Viganò è stata una poetessa e una Partigiana militante, una donna che ha vissuto in prima persona situazioni analoghe che poi , nel suo bellissimo romanzo, sono diventate il tema principale.

Le sue minuziose e particolareggiate descrizioni del paesaggio e delle atmosfere tipiche delle Valli è qualcosa di straordinariamente vero e reale, sembra d’ essere lì, sembra di assaporare ogni fruscio nel canneto, di toccare quella nebbia densa grigia e brumosa, si sente il freddo e il gelo delle Valli, sembra di percepire tutta la paura e il coraggio dei Partigiani e l’avanzata lenta ma inarrestabile degli Alleati.

Lo consiglio perché è una pagina della nostra Storia, per non dimenticare ciò che è avvenuto e per l’opportunità di leggere un libro scritto davvero con grande maestria.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *