La stanza segreta di Michelangelo

di Daniele Bertoldo 

Sarà aperta al pubblico da inizio novembre la stanza segreta di Michelangelo, situata sotto le Cappelle Medicee di Firenze. Lo ha annunciato Massimo Osanna, direttore generale dei musei presso il Ministero della Cultura, in occasione della presentazione della nuova uscita del museo statale fiorentino. Si tratta del piccolo ambiente a cui si accede dalla Sagrestia Nuova e che contiene disegni a carboncino attribuiti al Buonarroti: sarà accessibile periodicamente a piccoli gruppi contingentati. La stanza fu scoperta nel 1975 da Paolo Dal Poggetto, allora direttore del museo, durante un sopralluogo preliminare per alcuni interventi di restauro. Sotto l’intonaco vennero rinvenuti una serie di schizzi ispirati alle opere del maestro che, secondo la ricostruzione di Dal Poggetto, passò nella piccola stanza un paio di mesi nel 1530 per sfuggire alla persecuzione medicea. “La conclusione dei lavori della Nuova Uscita e l’adeguamento del museo delle Cappelle Medicee alle norme di sicurezza, consentiranno a partire dall’inizio di novembre di aprire periodicamente anche la stanza segreta di Michelangelo – ha spiegato Osanna – luogo di fascino straordinario, ma delicatissimo per l’ubicazione dello stretto ambiente nel percorso museale e per la tutela dei disegni a carboncino presenti sulle pareti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *