La Rupe Tarpea di Campobasso

di Franco Valente 

Pare che a Roma i traditori venissero gettati vivi da una rupe del Campidoglio. Dalla stessa rupe era stata lanciata la sacerdotessa Tarpea che, tradendo i Romani, aveva aperto nottetempo le porte delle mura di quel colle.

Non so se a Campobasso esista una Tarpea campobassana che farà la stessa fine, ma di certo sono cominciate le grandi operazioni per scovare i traditori del palazzo e lanciarli nel vuoto. Una battaglia fratricida con Michele Iorio sempre più forte.

L’unica cosa certa è che Toma si è politicamente suicidato e i suoi manutengoli hanno cominciato la resa dei conti.

Clima diverso nel Centrosinistra dove il problema è politico.

L’elezione di Elly Schlein nel Partito Democratico semplifica le decisioni.

Cinque Stelle e il Partito Democratico devono solo stabilire una strategia che guardi al futuro.

Il futuro sono le Segreterie dei due partiti. Da una parte Vittorino Facciolla segretario del Partito Democratico e dall’altra Antonio Federico “fiduciario” di Giuseppe Conte.

La giovane età dei pretendenti permette di ragionare e considerare che questo è un periodo di transizione. Tutti uniti alla conquista delle mura del Campidoglio regionale con un condottiero condiviso anche dai ramoscelli della sinistra ecologista, radicale e socialista.

Si prospetta una desistenza al Centro.

I delfini della Democrazia Cristiana, figli della Balena Bianca, non moriranno nelle secche della Destra molisana…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *