La mafia in Sicilia

di Fabio Milazzo

📌 MARTEDI 5 MARZO 2024, ore 16
Corso STORIA DELLA SICILIA. Dall’Ottocento ai giorni nostri
Incontro: Mafia e politica alla fine dell’Ottocento

📖 Nell’incipit della Nota a Il Birraio di Preston Camilleri scrive: “L’Inchiesta sulle condizioni sociali ed economiche della Sicilia (1875-1876), che non è quella di Franchetti e Sonnino, ma quella parlamentare, venne pubblicata dall’editore Cappelli di Bologna nel 1969 e subito si rivelò per me una vera miniera. Da domande, risposte, osservazioni, battute contenute nelle centinaia e centinaia di pagine sono nati il romanzo La stagione della caccia e il saggio La bolla di componenda. Questo nuovo romanzo allunga il debito” (p. 235). A dimostrazione di quanto importante sia stata l’inchiesta per il Camilleri dei romanzi storici, ecco cosa dice ne La stagione della caccia: “L’idea mi è venuta ventidue anni fa, leggendo i due volumi dell’Inchiesta sulle condizioni sociali ed economiche della Sicilia (1875-1876), stampati da Cappelli nel 1968. Nascoste fra le millequattrocentoundici pagine (dico nascoste perché ora non ho più gana di andare a ritrovare il punto preciso) ci sono due battute fra uno dei membri della commissione e un responsabile dell’ordine pubblico di un paesino: «Recentemente ci sono stati fatti di sangue al suo paese?». «No. Fatta eccezione di un farmacista che per amore ha ammazzato sette persone». Tutto qua. È da allora che ho principiato a ragionarci sopra, su questa storia” (pp. 153-154). Relativamente a La bolla di componenda, invece: “Della «bolla di componenda» ne avevo letto qualcosa in una o due delle millequattrocendodieci pagine dell’Inchiesta sulle condizioni sociali ed economiche della Sicilia, avvenuta nel 1875” (p. 34).

Al di là del valore riconosciutogli da Camilleri, il testo dell’inchiesta pubblicato da Cappelli, continua a rappresentare una splendida ricognizione sulla Sicilia di fine Ottocento, ma anche sugli immaginari e le narrazioni che su di essa circolavano. È una delle fonti al centro dell’incontro di martedì 5 marzo, del corso STORIA DELLA SICILIA. Dall’Ottocento ai giorni nostri, promosso da LUTE Milazzo

Amici della LUTE di Milazzo Amici LUTE.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *