La Madonna dell’Incoronata

di Wallace

A Santa Croce di Magliano (CB), nel giorno dell’ultimo sabato di Aprile, si celebra con gioia la Madonna dell’Incoronata. Questa festa non è solo religiosa, ma rappresenta anche un’occasione per festeggiare la natura, il ritorno della primavera e il legame tra gli uomini e gli animali. Ciò che rende questa celebrazione davvero unica è la benedizione degli animali.

Fin dalle prime ore del mattino, il paese si risveglia in un’atmosfera di gioiosa allegria, mentre la banda musicale riempie le strade con melodie festose. I preparativi sono stati lunghi e faticosi: nei giorni precedenti, i proprietari delle fattorie si sono dedicati a lavare e curare mucche, cavalli, pecore… e adesso, con cura e creatività, le adornano con nastri e fiocchi.

Secondo la tradizione, si svolgono tre giri intorno alla maestosa Chiesa di San Giacomo e, al termine del terzo giro, il prete benedice gli animali dal piazzale antistante la chiesa.

Un’occasione unica per rendere omaggio alla Madonna dell’Incoronata, celebrare il ritorno della primavera e sottolineare il legame speciale con gli animali.

Le radici della festa sono intricate ed in parte ancora avvolte dal mistero ma, secondo gli studi condotti da studiosi ed appassionati, sembra che sia il risultato della fusione di due celebrazioni dell’antichità, festeggiate in tempi differenti: la commemorazione dedicata alla Madonna dell’Incoronata e la benedizione degli animali, che un tempo si svolgeva il 17 gennaio.

La festa dell’Incoronata è strettamente connessa con quella omonima, venerata presso il santuario di Foggia. Qui, secondo le testimonianze, nell’anno 1001 la Vergine Maria sarebbe apparsa a un semplice contadino soprannominato Strazzacappa.

I legami di usanze e credenze tra i molisani e la Puglia risalgono a molto tempo fa, come dimostrano i numerosi pellegrinaggi ai santuari pugliesi.

Un esempio significativo è rappresentato dal fatto che la sera dell’ultimo venerdì del mese di aprile, secondo la tradizione, il gruppo di pellegrini ritornava a Santa Croce di Magliano dopo aver percorso a piedi il cammino fino al santuario della Madonna di Volturara. Appena arrivati in paese, la comitiva faceva tre giri intorno alla Chiesa di San Giacomo, ponendo così fine al loro pellegrinaggio. Un altro fattore di rilievo che collega i molisani e i pugliesi è la transumanza: un tempo, le compagnie di pastori che guidavano gli animali in transito attraverso Santa Croce di Magliano compivano tre giri intorno alla Chiesa di San Giacomo prima di proseguire il proprio lungo viaggio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *