La decima giornata di guerra in Ucraina

di Emanuele Fiano

Oggi, nella decima giornata di guerra in Ucraina, con città bombardate, vittime, feriti, con l’ipotesi dei corridoi umanitari per permettere la fuga dalle città assediate che è fallita, perché per quanto relaziona la Croce Rossa Internazionale i bombardamenti russi non sono mai cessati, con l’eliminazione sommaria da parte dei servizi ucraini di un membro della delegazione trattante ucraina, accusato di doppio gioco, improvvisamente si è aperto uno spiraglio.
Il primo ministro israeliano Naftali Bennet si è recato a Mosca per un colloquio di tre ore con Vladimir Putin ed ha poi telefonato al Presidente Zelesky. Adesso è in viaggio verso Berlino per colloqui con il cancelliere Scholz.
Tutti i media internazionali accreditano l’ipotesi che una mediazione sia effettivamente in corso.
Lo speriamo con forza. E che magari un leader di un paese non appartenente alla UE e alla Nato possa riuscire a stabilire un ponte efficace a far fermare le armi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: