La chiesa di Santa  Maria in Piazza, a Fondi

di Luca Frigerio

Sull’altare maggiore della chiesa di Santa Maria in Piazza a #Fondi (Latina) c’è questa bella pala con la morte e l’assunzione di Maria, attribuita al Criscuolo, pittore di Gaeta. Colpisce, in particolare, la presenza di un uomo, vestito da soldato romano, disteso sotto il catafalco della Vergine, con un apostolo che lo ammonisce… E mi sono ricordato di aver letto negli Apocrifi di come, durante il funerale, alcuni ebrei avessero cercato di rovesciare la bara con il corpo di Maria: ma le loro mani rimasero “incollate”, o furono perfino mozzate, come punizione per quel tentativo di profanazione. Un episodio che potrebbe essere evocato proprio in questa scena, dal lieto fine: perché i profanatori, pentiti, furono risanati. L’opera, inoltre, reca la data “1534”, che è proprio quella delle scorrerie saracene nella zona. Viene da chiedersi se la pala sia stata realizzata come ex voto per lo scampato pericolo. E se nel soldato a terra non sia da riconoscere il feroce pirata saraceno detto Barbarossa…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *