La chiesa della Madonna delle Grazie a Modica

di Uccio Barone

MiLa chiesa della Madonna delle Grazie a Modica. Un tempo “patrona civitatis” (1627), opera incompleta ma preziosa di un grande intellettuale e architetto, Vincenzo Mirabella, amico di Galilei, che vittima dell’ epidemia di peste quì volle essere seppellito.
L’ ampio piazzale esterno per quattro secoli è sempre stato affollato : tornei di cavalieri, “quintane” e giostre , carretti, poi macchine, uno spazio sempre pieno. Pieno di fede, “caldo” di partecipazione corale.
Oggi abbiamo realizzato uno spazio sacro che rischia di restare “vuoto”, un non – luogo, che non avvicina ma allontana, che si chiude invece di aprirsi. Una bellezza disabitata, non religiosa perché non inclusiva per anziani, disabili, devoti. Una chiesa diventata “fredda”, slegata dalla sua storia “popolare”. Spero tanto di sbagliarmi, ma temo che scelte non condivise abbiano realizzato un’ opera per turisti, non per pregare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *