Jannik Sinner

di Peter Freeman

Al di là dell’entusiasmo, del tifo, del nazionalismo, della mania che verrà, la domanda è se ci rendiamo davvero conto di avere a che fare con un campione sportivo di quelli che ne nasce uno ogni cinquant’anni. Altrove no, qui in Italia sì.
Ed è un campione con un’altra cultura, un’altra faccia, un altro modo di viversi e di vivere il suo sport. Un ragazzo di 22 anni che non ha un briciolo di machismo, trasmette mitezza, educazione, equilibrio – e un carattere d’acciaio. Io ne sono ammirato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *