Iris Murdoch, La ragazza italiana

di Federico Smidile 

Iris Murdoch, La ragazza italiana

Ancora una volta un libro chiama. Su una bancarella, a 2 euro. Un po’ “ciancicato” dal tempo. Infatti é del 1974 ma l’originale italiano risale al 1965 e la bella traduzione risente dei quasi 60 anni ma non perde freschezza. Dell’autrice nulla sapevo e poco ho voluto sapere. In 200 pagine si racconta una brutale tragedia familiare, dove tutti i protagonisti, vivi e morti, sono vittime e carnefici di sé e degli altri. In quella casa del nord dell’Inghilterra si svolge una storia intricata generata dalla vita e dalla morte di Lydia, la matriarca. Intorno a lei Edmund, Otto, Isabella, Flora, David ed Elsa si infliggono dolore e violenza, sino al rogo finale che purifica uccidendo. Come una terribile Moira, Maggie, Maria, l’ultima tata italiana osserva e cerca almeno di salvare Edmund che da tempo non vive nemmeno il male. Alla fine tutte le strade portano a Roma, luogo di Maria, dove Maria torna. E Roma, madre, amante, amica eterna salverà. Un libro spiazzante e doloroso. Sono contento mi abbia chiamato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *