In memoria di Michele Ammendola

di Biagio Simonetta

Apprendo con dolore che Michele Ammendola se n’è andato. Aveva appena 46 anni, due bambini e una moglie.

Aveva fatto dell’impegno sociale e della lotta alle mafie uno stile di vita.

A Bologna aveva aperto una pizzeria etica. L’aveva chiamata “Porta pazienza”, e aveva assunto persone appartenenti alle categorie fragili; usava ingredienti provenienti da terreni confiscati alle mafie e donava pizze a chi non poteva permettersene una.

Una bella persona, che nella sua quotidianità, da cittadino comune, era riuscito a diventare un gigante. Un esempio per tutti.

Un gran dispiacere. Vicinanza alla famiglia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: