Il volantino delle Brigate Rosse

di Daniele Bertoldo

Il ‘volantino originale’ con il quale le Brigate Rosse annunciarono il rapimento di Aldo Moro e l’uccisione della sua scorta in via Fani il 16 marzo 1978 è finito all’asta.

Si tratta del lotto numero 43 del catalogo “Autografi & Memorabilia: musica, cinema, calcio, sport, storia e una selezione di manifesti pubblicitari d’epoca“, proposto con una vendita online dalla casa d’aste Bertolami Fine Arts di Roma. L’asta si chiuderà il 18 gennaio 2022.


Il volantino, con 80 righe di testo scritte su entrambe le facciate, ciclostilato su carta (misura circa cm.33×22), distribuito all’indomani del rapimento dello statista democristiano – questo fu il primo di una serie di comunicati che seguirono fino all’assassinio di Moro – è stimato 1.300-1.700 euro ed è partito da una base d’asta di 600 euro.

Al momento è stata fatta un’offerta di 5.500 euro.


Così la casa d’aste Bertolami descrive il lotto: “Drammatico testo di propaganda, redatto e fatto perveninre alle organizzazioni giornalistiche perché divulgassero le motivazioni del rapimento, e le ragioni politiche di lotta di classe che spingevano la rivoluzione brigatista negli anni ’70 ad essere così violenta“.

Il volantino, con intestazione Brigate Rosse e la stella a cinque punte all’interno di un cerchio, inizia recitando:

Giovedì 16 marzo un nucleo armato delle Brigate Rosse ha catturato e rinchiuso in un carcere del popolo Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana…” E si chiude con la data “16/3/78” e la firma “Per il Comunismo Brigate Rosse“.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: