Il terremoto del 1693 a Ragusa

di Giuseppe Barone

L’ 11 gennaio 1693 a Ragusa 5000 persone muoiono seppellite sotto le macerie del terremoto, la metà degli abitanti. Impossibile ritrovare tutti i cadaveri ed identificarli. Si ricorre alle testimonianze giurate, come questa del 30 marzo in cui Filippo Moli, “famulo” di casa Castellett , dichiara di avere cercato tra le rovine del suo palazzo il nobile don Tommaso Castellett e di averlo seppellito nella chiesa di S. Basilio con l’ aiuto dei parenti don Giuseppe Castellett e don Paolo Lorefice. Cercherò di raccontare , in compagnia di Marcella Burderi, alcune vicende inedite di questa drammatica calamità al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla domenica prossima 29 gennaio alle ore 18. Vi aspettiamo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *