Il Sessantotto

di Luigi Morrone

Anche i cugini stanno inguaiati … D’altronde, il Sessantotto è nato lì. I frutti sono quelli. Non hanno avuto Don Milani, ma hanno avuto schiere di filosofi che con più raffinatezza del prete della Barbiana hanno detto le stesse cose. Certo, in Francia la situazione è migliore rispetto all’Italia: gli analfabeti pullulano, anche ai vertici della politica (Bruno Lemaire può essere considerato un “Di Maio francese”), ma non scrivono sulle prime pagine dei giornali nazionali, non fanno i guru della cultura, non scrivono libri di storia …

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *