Il pittore Giovanni Masotti

di Renzo Tosi

Nel Palazzo Comunale di Bologna c’è una mostra dedicata a Giovanni Masotti, pittore locale vissuto tra il 1873 e il 1915, di indubbio interesse perché mette in luce le situazioni, i problemi e i turbamenti di un artista di quell’epoca (egli studiò nei collegi più accreditati, partecipò ai concorsi più importanti, ma morì solo e in manicomio, devastato dalla sifilide). L’esposizione, al solito, non è per nulla propagandata: forse è giusto così, dato che si tratta di un minore, ma se essa fosse stata organizzata da Linea d’Ombra sarebbero stati inseriti uno o due quadri di Fattori o Segantini (o, meglio, degli impressionisti anche se non c’entrano nulla) e sarebbe stato obbligatorio visitarla per tutte le persone di buona cultura.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *