Il passato di un’illusione

di Federico Smidile

François Furet, Le Passé d’une illusion

Ho scritto per Arel su questo storico, polemista, giornalista francese rivoluzionario della Rivoluzione francese e autore qui di questo vastissimo affresco del sogno incubo della Rivoluzione russa dal 1917 al crollo del 1991. Libro potente, discusso e discutibile, ma non sul principio del fallimento dell’ illusione comunista in tutte le forme e incarnazioni e sogni. Eppure il libro non finisce in trionfo. Dopotutto Furet ha ragione. In piedi c’è solo la democrazia liberale. Fascismo e comunismo sono morti. Nessuno pensa alla rivoluzione. Siamo CONDANNATI dice Furet, a vivere senza illusioni. Ma ciò è bene? No. Abbiamo bisogno di sogni che superino le ineguaglianze. Per il bene stesso della democrazia.
Il libro è del 1995 e Furet muore nel 1997. Non vede nulla del mondo di oggi. Delle nuove utopie positive come l’ambientalismo radicale, e di quelle negative, come il sovranismo che unisce molte componenti dei nemici della democrazia passati, nascondendosi sotto qualche velo di LIBERTÀ. Sarabbe stato interessante sapere il suo pensiero ma il resto è silenzio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *