Il mistero ignorato dei morti Covid in Italia

di Mario Scialoja

IL MISTERO IGNORATO DEI MORTI COVID IN ITALIA.

Mi rendo conto che nel momento in cui i 5 stelle si squagliano nel partitino di Conte che crea il drammatico pandemonio in cui ci troviamo, può apparire fuori luogo parlare di pandemia.
Anche perché l’argomento sembra aver stufato tutti, a cominciare dai politicin e le autorità sanitarie.
La linea di questi giorni è quella di sostenere che la curva dei contagi inizia a rallentare.
Sono sempre stato sorpreso che si attribuisca il massimo della rilevanza al numero quotidiano dei contagiati, perché, anche da un superficiale esame, risulta ovvio che quella curva è quasi sempre proporzionale al numero dei tamponi effettuati.
Più tamponi, più contagi; meno tamponi, meno contagi.

Quello che conta seriamente è la curva dei morti e dei ricoveri in terapia intensiva.
E, da sette giorni, i morti sono più di 100.
Otto giugno, 105 morti; 11 giugno 127, 12 giugno 157; 15 giugno 134; 18 giugno 112…
Mi sembrano numeri impressionanti. Assai superiori a quelli degli altri greandi paesi europei.
Perché ? Non c’è risposta.
E, soprattutto, non c’è neanche un tentativo di spiegazione.

D’altra parte i ricoverati in intensiva non fanno che aumentare: 360 l’11/7, poi 375, 388, 391, 405, 417 ieri.
Però tutti continuano a ripetere che le nuove varianti sono meno pericolose.
Ma aumentano i morti e i ricoveri in intensiva.
Vogliamo ammettere che si tratta di un mistero che tutti preferiscono ignorare. E che, invece, gli addetti ai lavori avrebbero il dovere di spiegare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: