Il medico “regio” Pietro Poterio

di Giuseppe Barone

Il medico “regio” Pietro Poterio pubblica nel 1645 la sua Opera Omnia dedicata alle grandi malattie epidemiche e alla loro cura. Nella Biblioteca dei Padri Cappuccini di Modica ( oggi in fase di catalogazione presso la Biblioteca Civica ) se ne conserva una copia , che dedica particolare attenzione alle patologie veneree e alla lue. Con mezzo secolo d’ anticipo rispetto alle sperimentazioni di Tommaso Campailla i frati potevano leggere i meriti del “guaiaco” o legno santo, le applicazioni con pomate d’ argento, le fumigazioni e le pillole “mercuriali” e ne anticipavano l’ uso saggiandone la controversa efficacia. La circolazione europea della letteratura medica faceva penetrare in Sicilia la rivoluzione scientifica del “secolo di ferro”

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: