Il libraio di Rabat

di Liliana Falagario Magliocca

Mohamed Aziz, il libraio di Rabat più fotografato del mondo.
Vendere libri in un paese che non sa leggere è un atto d’amore verso la propria città e per la letteratura. Nel cuore della Medina di Rabat, un uomo di nome Mohamed passa i giorni e la vita intrappolato nei libri e divorando le storie che ne germogliano.
Dice che gli bastano due cuscini e un libro per essere felice. Racconta che ha letto più di 4000 libri e che per questo ha vissuto più di 4000 vite. Quando gli chiedono quanti libri ha nel suo negozio, risponde: “Non abbastanza”.
Mohamed ha la sua libreria aperta dal 1967 e lavora 12 ore al giorno. Inizia con una passeggiata nei quartieri di Rabat alla ricerca di nuovi libri e poi dedica 8 ore al giorno alla lettura. Si ferma solo per mangiare, pregare, fumare e servire i clienti.
Aziz iniziò la sua carriera di libraio nel 1963, sotto l’ombra di un albero, con un tappeto e 9 libri. Aziz, rimasto orfano all’età di 6 anni, ha cercato di pescare per realizzare il sogno di diplomarsi alle superiori. A 15 anni ha dovuto lasciare gli studi perché non poteva accedere ai libri di testo, troppo costosi .per la sua famiglia.
Frustrato e senza studi, decise anni dopo di aprire una libreria. Ora, è in prima linea da più di mezzo secolo, che è anche il suo business. Dopo più di 43 anni nello stesso posto, è il libraio più longevo di La Medina (città vecchia) di Rabat. Vederlo leggere accanto alla cornice della porta della sua libreria è una pietra miliare di Mohammed V Avenue, che attraversa il cuore del luogo.
Tratto da: cultura inquieta come s-lifesyle-item.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. CarloMaria ha detto:

    meravigliosa storia !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *