Il lavoro povero

di Sarah Gainsforth

“Esce tra i Quanti Einaudi – collana di brevi ebook ora letterari ora saggistici per capire il presente – una riflessione sul lavoro povero della giornalista indipendente Sarah Gainsforth. Il suo “Cameriera” è un reportage narrativo dal pretesto autobiografico che a partire dalle vicende di una cameriera di un bar del centro di Roma analizza le condizioni professionali ed esistenziali di una vasta comunità precaria. «Annuisco, sorrido, segno, strappo, torno al bancone, lascio l’ordine, e sono di nuovo nella calca», dice di sé la voce narrante/autrice, ma la calca di cui fa parte è quella del 64,5% di chi, lavorando nella ristorazione e nell’alberghiero, nel 2021 viveva in condizioni di povertà.”

Ne parliamo sabato a Esc con le CLAP – Camere del Lavoro Autonomo e Precario e con Francesca Coin. Grazie Laura Mancini per averne scritto (e per avermi messa in compagnia di Alberto Prunetti!)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *