Giornata Mondiale della Gioventù_LISBONA

di Monsignor Valentino Di Cerbo

Stamattina levataccia e alle 5,30 ritorno al Parco di Tejo per la Messa conclusiva della GMG. Siamo arrivati dopo le 7 e ci siamo disposti sul palco, al posto dei Vescovi: una graticola, visto il sole cocente! C’era tempo e mi sono mosso sul palco a curiosare. Si vedevano in lontananza tanti giovani, molti dei quali hanno passato la notte nei sacchi a pelo, aspettando il sorgere del sole. Ad un certo punto, una felice sorpresa: su un bellissimo tosello divrose bianche, la Madonna di Fatima! portata a Lisbona per farci compagnia e partecipare alla nostra festa! Mi sono commosso e mi sono fermato a pregare accanto ad un gruppetto di vescovi. Ho ricordato tutti voi che fate parte della mia vita. Ho scoperto poi che c’era uno spicchio di ombra e mi sono fermato lì a pregare. Poi è arrivato il Papa: il sole cocente, la lingua portoghese che non conosco, la scarsa visibilità dell’altare e del Celebrante, non me l’hanno fatta gustare appieno: vivevo una piacevole sensazione, ma senza partecipare con consapevolezza al Rito: semplice, intenso e bello come sempre.
Poi una grande fatica per recarsi al tendone e depositare i paranenti…
Mi sono perso. Ad un certo punto ho visto il Card. Zuppi (che conosco da ragazzo) e mi si è aperto il cuore. Mi sono avvicinato e gli ho detto chi in quel momento di confusione era per me come la Madonna “segno di consolazione e di sicura speranza”. Ha sorriso. Seguendolo, ho raggiunto il pullmann e sto tornando in albergo, tra due file di ragazzi che tornano a casa con facce stanche, ma felici.
Si conclude così la GMG di Lisbona. Il Papa ha dato appuntamento ai giovani a Roma (2025/ Anno Santo) e poi a Seul. Spero di esserci ancora!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *