Giorgio Ambrosoli

di Ivano Cimatti

L’11 luglio 1979 la mafia italoamericana uccide Giorgio Ambrosoli, liquidatore della Banca Privata Italiana di Michele Sindona
Corrado Stajano (Un eroe borghese) ha detto che Giorgio Ambrosoli fu “uomo libero e solo, eroe borghese che avrebbe potuto vivere tranquillo con le sue serene abitudini e invece, per la passione dell’onestà, si batté contro un ‘genio del male’, sorretto da forze potenti palesi e occulte, e fu sconfitto”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: