Franca Viola

di Leonardo Cecchi

La rapirono oggi, il 26 dicembre. Dopo aver tormentato la famiglia distruggendole il vigneto, dando fuoco al casale e infine addirittura minacciando il padre con una pistola.

Furono in 13 a rapirla: l’ex fidanzato Melodia e 12 suoi compari. Mafiosi, gente senza scrupoli. Violentarono, picchiarono e affamarono Franca Viola per 8 giorni. Il motivo? Perché lei quando scoprì che Melodia era un mafioso, non volle sposarlo. E il padre la difese. Tutta la famiglia si oppose con tutte le sue forze e per questo motivo subì un inferno. E lei venne stuprata perché l’obiettivo era quello di costringere la famiglia ad accettare poi un matrimonio riparatore.

Dopo quella tortura, la famiglia fece finta di accettare. Ma all’incontro “riparatore” si presentò con la polizia e li fece tutti arrestare.

Franca Viola divenne un simbolo di coraggio, forza, determinazione. Lei e la sua famiglia. Con quel “no” ci fu l’inizio della fine del matrimonio riparatore.

E a lei, oggi, va ancora una volta un grazie per aver lottato a nome di tante e per aver dimostrato un coraggio straordinario.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *