Elly Schlein

di Andrea Pisauro

Quando andava di moda la paura dei “barbari” grillini e si preferivano Alfano e Berlusconi, Elly Schlein era con noi a chiedere di aprire invece una stagione di cambiamento sociale e civile.

Quando andava di moda prendersela con i migranti, Elly Schlein non solo era con noi a predicare invece umanità ma era anche l’europarlamentare che più si spendeva per modificare il regolamento di Dublino che concentrava sull’Italia l’onere dell’accoglienza.

Quando andava di moda il sovranismo Elly Schlein era con tutti noi che chiedevamo invece di rilanciare la battaglia democratica per l’altra Europa sociale e federale.

Non c’è modo di costruire la necessaria rifondazione della sinistra italiana che non passi anche dal mettere alla sua guida una persona coerentemente ecologista, socialista, femminista ed europeista.

Per tutto questo Elly Schlein, che si è candidata oggi a Roma alla leadership del Partito Democratico, può essere la nostra migliore occasione di ridare un senso alla storia della sinistra italiana da almeno un decennio a questa parte.

Un mega bocca al lupo e un grande abbraccio a lei e a tutti noi che insieme a lei lottiamo e lotteremo per un’Italia più giusta, più libera e più bella.

Nella foto del 2018, in pieno delirio sovranista, a Londra, ospite del Manifesto di Londra dopo una bella giornata passata coi compagni di Another Europe Is Possible, di cui si può notare la spilletta sul bavero.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *