Cosa ha detto Canfora

di Luciano Priori Friggi

MA COSA HA DETTO CANFORA (>MELONI)

Il giornale della sinistra francese

Ma come stanno le cose?

C’è stata in questi giorni la prima udienza per una querela di un paio di anni fa, quando ancora la M. non era primo ministro, contro lo storico/filologo Luciano Canfora, che l’aveva insultata pesantemente nel corso di un incontro con gli studenti di una scuola pubblica barese.
Ecco quanto detto da Canfora:

  1. ‘Non vedo, nello schieramento politico del nostro Paese, forze capaci di dire ‘Voglio capire’. Anche la terribilissima – e sempre insultata, poveretta! – leader di quel partito di destra che si chiama ‘Fratelli d’Italia’ … – trattata di solito come una mentecatta, pericolosissima, ecc, – siccome – essendo neonazista nell’animo – si è subito schierata con i neonazisti ucraini, è diventata una statista molto importante ed è tutta contenta naturalmente di questo ruolo”.
  2. Ed ecco cosa dice l’appello di Libération, sottoscritto da un centinaio di intellettuali francesi, italiani e qualche altro:

< Ecco i fatti di cui è accusato: due anni fa, durante una conferenza in un liceo, Luciano Canfora definì Giorgia Meloni una «neo-nazista nell’animo». Alludeva con ciò al fatto che il partito da lei guidato, Fratelli d’Italia, trova le sue origini storiche nella “Repubblica di Salò” (1943-1945), una sorta di protettorato nazista retto da un Mussolini Gauleiter del Terzo Reich, e che portò a regnare nel Nord Italia un regime di terrore che gli italiani comunemente chiamano “nazifascismo”. >

La ricostruzione di Libération, su cui ha raccolto le firme, non mi sembra corretta. Non c’è in ballo tanto la biografia politica della Meloni quanto il suo appoggio all’Ucraina, che nell’appello invece (ed è un aspetto piuttosto grave) non è nominata.
Vediamo meglio.
E’ ovvio che secondo me il tribunale è sulla base di ciò che ha detto Canfora, che dovrà esprimersi.
E Canfora ha detto che la M. “essendo neonazista nell’anima si è subito schierata con i neonazisti ucraini”.
Cioè la chiave del discorso sono i “nazisti ucraini”.
Se questi non lo sono, anche lei non lo è.
Chiaro, no? E’ logica elementare.
E non lo sono, altrimenti Canfora dovrebbe dire che lo sono i Parlamenti di Italia, Francia, Inghilterra, Usa, ecc., compresa la maggioranza dell’Onu -che sono paesi non chiacchiere, con gente che vota liberamente. Tutti hanno condannato la Russia come paese aggressore, meno Corea del Nord, Iran e qualche altro araldo di tale “créme” democratica mondiale.
Ma Meloni, all’epoca semplice deputato, si è schierata decisamente a difesa dell’Ucraina, da qui l’accusa di Canfora.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *