Chi dileggia il Governo?

di Federico Smidile

Leggo che Giorgia Meloni, Presidente del consiglio pro tempore, avrebbe affermato che chi “dileggia” il Governo non rispetta le istituzioni. Ora, lo stesso verbo “dileggiare” evidenzia una forma mentis autoritaria, oltre che una scarsa memoria, dato che la deputata Meloni si è spesso dedicata al “dileggio”. In più, chi decide? Il Governo? Nei paesi democratici il Governo è sempre sotto attacco, anche con satira, ironia, dileggio. E spesso è colpevolizzato oltre misura. È il gioco democratico. Il Governo ha potere ma viene attaccato. Ciò non accade nei paesi autoritari come attualmente in Ungheria o Russia o Cina, ad esempio. Tutti i regimi, comunisti, fascisti, altro, considerano “lesa maestà” l’attacco al Governo. Il discrimine tra democrazia e autoritarismo sta qui. Dove si colloca Giorgia Meloni?

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Pier Paolo Meneghini ha detto:

    Io veramente non so in quale dichiarazione (o scritto) la presidente del CdM Giorgia Meloni abbia affermato che le opposizioni dileggiano, cioè deridono le Istituzioni o il suo governo. Anzi mi piacerebbe proprio esserne adeguatamente informato da Chi lo scrive.
    Aggiungo, non credo che tale derisione verbale esista da parte di chi per tanti anni è stata coerentemente e con dignità all’opposizione e mai si è permessa il dileggio dei governi di turno. In politica criticare ovviamente non significa dileggiare.

    Cordiali saluti
    Pier Paolo Meneghini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *