Castel Loriano a Marcianise

di Luigi Maglio

Castel Loriano a Marcianise (CE) per le sue caratteristiche architettoniche dovrebbe risalire al XV secolo, con elementi sia durazzeschi che aragonesi riconoscibili nelle due torri a pianta circolare del castello vero e proprio – collocato in un angolo di un vasto impianto difensivo quadrilatero con torri ai vertici, di cui oggi ne sopravvivono due su tre. Molto trasformato e degradato ad una sorta di costruzione rurale fortificata conserva elementi di notevole interesse utili a documentare l’evoluzione dell’architettura militare nel regno di Napoli; si segnalano, oltre alla caratteristiche intrinseche delle torri – alcune con scarpa e redondone – diverse feritoie per armi da fuoco tra cui una ad andamento orizzontale tipica degli ultimi anni del XV secolo (bombardiera alla francese) in grado di consentire il brandeggio orizzontale dell’arma con conseguente incremento del settore di tiro. Castel loriano fu concesso da Alfonso d’Aragona al barone Francesco Caracciolo insieme al contiguo feudo di Trentola. In documenti del 1536, 1543 e 1575, nel catasto del 1643 e infine nel catasto onciario del 1743 l’abitato risulta appartenere alla famiglia fiorentina degli Alamanni, che ne mantennero il possesso fino all’eversione della feudalità nel 1806 (Ph. Michal Kozlowski – laboratorio corso di castellologia Istituto Italiano dei Castelli – 2021).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *