Biblioteche casertane e Commedia all’italiana

di Emilio Gin

Breve storia triste: dovevo consultare il “fondo Cortese” nella biblioteca Provinciale di Caserta “Federico Scialla”.
Chiamo al numero trovato sull’SBN per avere chiarimenti circa le disposizioni di ingresso etc., bene: “il numero da lei chiamato è inesistente“!
Insospettito, cerco notizie su internet e trovo solo un mezzo articolo sul Mattino di alcuni mesi fa che riportava la notizia della futura chiusura a causa dei tagli sui fondi pubblici. Chiamo l’Assessorato alla cultura del Comune di Caserta per sapere i fondi della biblioteca che fine abbiano fatto…il telefono squilla a vuoto, a qualunque orario.
Idem per la biblioteca comunale.
Chiamo allora la Soprintendenza per i Beni Culturali, che finalmente risponde, molto cortese, ma…dice di non saperne nulla e mi consiglia di chiamare la Pro-Loco…
Allora chiamo direttamente la Provincia…non ne sanno nulla (già è assai che rispondono!) e mi smistano alla…Soprintendenza dei Beni Culturali…e così via.
Insomma…il Fondo Cortese dove diavolo è finito??
E chest’è…questo è fare ricerca in questa terra disgraziata, con la pandemia poi tutto è precipitato ancora di più.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: