Antonio La Penna

di Renzo Tosi

Con Antonio La Penna è morto l’ultimo grande allievo di Giorgio Pasquali. Quando ero giovane, nella direzione dell’Istituto campeggiava una foto di quest’ultimo, che non solo era il maestro di Marzullo, ma era anche considerato una specie di nume tutelare della filologia. In effetti i rapporti con la scuola di Pasquali erano strettissimi, non solo con La Penna, ma ad es. con Timpanaro, cui Degani e Mariotti erano molto legati. Personalmente ero amico di Giovan Battista Alberti, anche per comuni interessi tucididei: una volta venne a parlare ai miei studenti; ci aspettavamo che spiegasse i suoi principi ecdotici e invece espose tutti i suoi dubbi sul suo metodo. Graffiti della filologia e dell’università del tempo che fu.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *