A Ventimiglia

di Mario Ascheri

IERI SERA DA VENTIMIGLIA: guardate aurora a Siena che ho caricato mezz’ora fa: ora un nebbione fitto!

Verso Antibes, prima sapete i siti doc che ci sono!
Era usuale per me questo tramonto, prima di sbarcare a Siena, Pontignano, Certosa ecc.: bellissima anch’essa. In riviera inverno mite e coloratissimo.
Qui a destra città medievale vescovile, importante, dipendente dal metropolita milanese: città-stato fino al 1200 poi dominio genovese. Dietro, città romana con teatro, riutilizzato e bel museo.
Per me fu pendolarismo difficile ma lo è ancora, ahimè, raggiungere Ventimiglia dalla Toscana. Il principale percorso per la penisola iberica non è cambiato da decenni! Anzi un certo ponte autostradale era senza manutenzione, criminale. Treni? Un tempo vettura diretta Firenze-ventimiglia-Barcellona via Lourdes…ne avremmo ancora bisogno! Ma non c’è.
Ceti dirigenti modesti quando non modestissimi. Toscana: migliore tradizione, ma che tutto vada bene altro discorso. Hanno avuto Pietro Leopoldo, noi i parrucconi genovesi e i nobili intemeli che persino l’Aprosio dileggiava! Grande, andate a Concionator Maximus e vi divertite.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *